Marco Zoppi


Nel corso di questi mesi Marco Zoppi è stato molto impegnato nel percorso di promozione del “Trust dopo di Noi”, l’innovativo strumento entrato con la legge omonima nell’ordinamento italiano che consente ai familiari di persone con gravi disabilità di pensare per tempo al futuro dei loro cari tanto speciali.

Per “dopo di noi”, infatti, si intende il periodo di tempo in cui coloro che quotidianamente si prendono cura di familiari disabili non ci saranno più.

Proprio nel corso di questo tour promozionale Marco Zoppi ha avuto la possibilità di conoscere tante famiglie in cui vivono giovani con diverse disabilità e che attraverso la pratica sportiva riescono a migliorare la loro qualità della vita.

Questa esperienza, unita ai trascorsi sportivi da giocatore di polo e alla passione per i cavalli, hanno fatto nascere l’idea di collaborare con la Scuola di Equitazione del Circolo Ippico Villa Scheibler di Rho, diretta da Daniela Beretta, per il progetto di ippoterapia “Equi-librarsi”.

Si tratta di un percorso terapeutico che punta sulla facilitazione animale, poggiante sull’instaurazione di un profondo legame tra disabile e cavallo, che ha il preciso obiettivo di migliorare le condizioni psicofisiche di chi lo intraprende.

Marco Zoppi a Villa Scheibler svolge il ruolo di istruttore:

 “Siamo molto scrupolosi. Ogni ragazzo ha la sua guida e nella riding school non entrano mai più di tre cavalli contemporaneamente. Per ogni allievo viene studiato un apposito programma che porta alla scelta del cavallo più adatto all’esecuzione dei lavori previsti”.

Se infine si chiede al dott. Zoppi se l’ippoterapia sia davvero efficace, ecco come risponde:

“Io non sono un medico, ma ad ogni incontro vedo I ragazzi divertirsi molto. Tornano sempre volentieri ed è sorprendente quanto riescano a fare. Di chi è il merito? Certamente anche del cavallo; è un animale speciale capace di trasmettere a chiunque la sua libertà”.

Il prossimo 11 Ottobre 2017, l’Autodromo di Modena ospiterà un workshop dedicato al Trust in cui Marco Zoppi sarà presente come relatore. Il seminario “Il Trust, se lo conosci lo usi: strumenti per la protezione del patrimonio” è organizzato dall’Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari (ASPPI) sezione provinciale di Modena in collaborazione con Global Capital Trust.

Quest’evento cercherà di fare chiarezza sullo strumento del trust come mezzo di protezione del patrimonio, andando ad illustrare gli aspetti cruciali dell’istituto ed i suoi utilizzi pratici per la tutela.
Oltre a Marco Zoppi, sarà presente all’incontro anche il dott. Francesco Lamandini, Presidente Provinciale ASPPI, che introdurrà al pubblico presente il nuovo servizio offerto dall’Associazione.

Il vasto programma toccherà gli elementi e gli attori principali del trust. Dopo un’introduzione dello strumento, si entrerà nei particolari delle diverse situazioni in cui il trust può trovare applicazione operativa e rivelarsi strumento eccellente per la pianificazione successoria e/o l’ottimizzazione fiscale, con focus particolare sulle specie del trust immobiliare e testamentario.

Ampio spazio sarà dedicato anche al trust per la tutela dei soggetti disabili, il c.d. “Trust Dopo di Noi”, introdotto recentemente nell’ordinamento italiano al fine di proteggere il futuro di persone con grave disabilità nel momento in cui i loro cari saranno scomparsi.

Il seminario rappresenta, quindi, un’ottima occasione per conoscere lo strumento del trust, specialmente per i titolari d’azienda o per chi desidera preservare il futuro dei propri familiari e dei propri beni.

L’appuntamento è per l’11 Ottobre 2017 a partire dalle ore 17:00, presso l’Autodromo di Modena sito in Strada Pomposiana 225/A, Loc. Marzaglia.

Scarica la locandina ed il programma

Quasi tutti gli imprenditori italiani che si trovano ad affrontare la questione della successione generazionale nella propria azienda sono impegnati in imprese di medie o piccole dimensioni.

Secondo quanto si legge nell’Annual report on Italian SMES 2016, nel 2015 le PMI in Italia erano 3.733.146 (ben il 95% delle imprese italiane), capaci di occupare 11,3 milioni di persone ovvero il 79% della forza lavoro).
Nel bel paese, quindi, il modello di business che prevale è l’impresa familiare, nella quale il centro decisionale è rappresentato dall’imprenditore fondatore.

In Italia sono circa 80.000 gli imprenditori che annualmente si trovano ad affrontare la successione generazionale aziendale. Delle aziende interessate appena un quarto superano il primo passaggio generazionale, il 14% si ferma al secondo, solo il 5% delle imprese rimane in piedi al terzo. Il dato più allarmante di tutti, ad ogni modo, è quello che emerge nel rapporto dal titolo “Outlet Italia. Cronaca di un Paese in (s)vendita”: il 63% delle imprese che affrontano un passaggio generazionale non supera il quinto anno di attività.
Continua a leggere

Marco Zoppi CEO di Global Capital Trust, l’avvocatessa Claudia Manfredi e la dott.ssa Martina Di Piazza dello studio legale Manfredi di Parma hanno organizzato con il supporto dell’associazione Hattivalab di Udine una presentazione sulle opportunità offerte dall’utilizzo del trust nella recente legge “dopo di noi”.

Al tavolo di lavoro sono state invitate famiglie facenti parte dell’associazione che sono da tempo in stretta relazione tra loro, allo scopo di confrontarsi nella gestione della disabilità dei loro cari; questa caratteristica ha sicuramente favorito la possibilità di sviluppare un dialogo progettuale altamente sinergico.

Durante il meeting è emersa la volontà di collaborazione da parte delle famiglie che si sono dimostrate interessate ad approfondire il tema della costituzione di un pool trust nel quale disporre in dotazione una serie di asset mobiliari e immobiliari gestiti dal trust con un vincolo di scopo e destinazione che sarà individuato nel regolamento scritto dagli stessi disponenti.

Il trust, infatti, relativamente alla scelta degli asset da destinarvi, è totalmente libera. Ciò significa che saranno proprio gli stessi disponenti che decideranno cosa indirizzare al proprio familiare disabile. Lo scopo del trust costituito sarà quello di assicurare, in maniera sostenibile nel tempo, tutti quei servizi che sono indispensabili per offrire la maggiore qualità di vita possibile ai beneficiari disabili.

Le famiglie disponenti potranno inoltre decidere di lasciare in eredità al pool trust tutti o parte degli asset conferiti, allo scopo di rafforzarlo a vantaggio anche degli altri membri. Il pool trust potrà anche essere oggetto di donazioni e/o di finanziamenti dedicati al mondo della disabilità. Durante l’incontro di Udine è ad esempio emersa la possibilità che il Comune possa mettere a disposizione del pool trust un immobile allo scopo di realizzare un progetto di cohousing dedicato ai beneficiari.

Alla conclusione dei lavori il veicolo trust si è dimostrato un valido candidato per la realizzazione di progetti riguardanti gestioni successorie articolate e per la protezione degli asset dedicati a questi scopi.

Marco M. Zoppi CEO di Global Capital Trust ha ospitato a Milano il tavolo di lavoro per l’organizzazione, in collaborazione con Il Sole 24 Ore, del Master in diritto di impresa rivolto ad avvocati e dottori commercialisti della Regione Emilia Romagna.

Il percorso di specializzazione avrà l’Obbiettivo di coniugare la conoscenza teorica con l’applicazione pratica degli argomenti trattati, tutto questo sarà reso possibile grazie alla presenza di docenti e operatori del settore, selezionati tra I maggiori esperti nei loro ambiti.

  • Trust immobiliare e per l’ ordinata successione aziendaleDott. Marco M. ZoppiNotaio Federico Tassinari
  • Compliance e Auduting – Avv. Gabriele Strada
  • Arbitrato e recupero crediti d’ impresa – Avv. Prof Nicola Soldati
  • Diritto societario – Prof. Avv. Ivan Demuro
  • Fiscalità d’ impresa – Avv. Nicola GincasproDott. Nicola Pironti di Campagna
  • Diritto industriale e processuale – Avv. Giovanni Medri.

L’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani (AMI) l’8 luglio scorso ha festeggiato il decennale a Roma, allo Sheraton Golf Parco de’Medici.

Come Trust Company non poteva mancare Global Capital Trust, invitata dall’Avvocato Maria Bonifacio, Presidente di distretto, nella persona del CEO dottor Marco M. Zoppi, stante la sua notoria esperienza in materia di trust, indispensabile agli operatori del diritto di famiglia e non solo.

È stato un momento di grande emozione che ha celebrato l’incontro di professionisti di alto calibro e spessore, tutti riuniti per festeggiare dieci anni di battaglie e di conquiste dell’AMI. Continua a leggere

Sito Global Capital Trust

Visita il sito di Global Capital Trust

Marco Zoppi sui Social

     






Executive Member

AIFO (Associazione Italiana Family Officer)

Trust Immobiliare

Associazione Piccoli Proprietari Immobiliari -
 Bologna

Stand by trust

Associazione Agenti Allianz

ITForum 2016

Global Capital Trsut a IT Forum 2016

Voluntary Disclosure II

Introduzione al Trust

Marco Zoppi: introduzione al Trust

Intervista sul Trust “Dopo di Noi”

Marco Zoppi intervistato sul Trust dopo di noi

Intervista Voluntary Disclosure 2

Video Intervista di Marco Zoppi sulla Voluntary Disclosure 2

Marco Zoppi intervistato sul Trust da CNBC

Marco Zoppi CEO di Global Capital Trust intervistato sul Trust da CNBC

Firma Contratto Trust con Governo di Wenzhou

Marco M. Zoppi firma un contratto di Trust con il rappresentante del Governo della città di Wenzhou

Intervista sulla crisi economica in Cina

Video Intervista di Paola Rota a Marco Zoppi sulla crisi economica cinese

Intervista Voluntary Disclosure

Video Intervista di Marco Zoppi sulla Voluntary Disclosure

Intervista Salone del Risparmio 2015

Video Intervista di Marco Zoppi al Salone del Risparmio 2015