Marco Zoppi


Nel caso di trasferimento dell’azienda in trust, la costituzione del vincolo di destinazione, qualora sia strumentale alla finalità liberale del passaggio generazionale ai discendenti o al coniuge del disponente (il cosiddetto settlor), potrà godere dell’esenzione dall’imposta sulle successioni e donazioni, purchè siano soddisfatte le specifiche condizioni prescritte dalla norma (l’articolo 3, comma 4-ter, del Dlgs 346/1990).

Nello specifico, per quanto attiene al trasferimento d’azienda nell’ambito del nucleo familiare, l’articolo 3, comma 4-ter, del Dlgs 346/1990, prevede l’esenzione dall’imposta sulle successioni e donazioni per i trasferimenti di aziende o delle partecipazioni (mediante le quali è acquisito o integrato il controllo ai sensi dell’articolo 2359 c.c.), in presenza di determinate condizioni. In particolare, è necessario che:
Continua a leggere

Si e’ conclusa con successo la due giorni di Bologna dedicata all’assemblea nazionale dell’Associazione degli Agenti Allianz.

Il recente accordo firmato tra Global Capital Trust e l’ Associazione e’ stato presentato in questa manifestazione a più’ di 600 agenti che hanno dimostrato,  attraverso la grande affluenza allo stand della trust company svizzera il loro grande interesse per I servizi trust offerti.

Global Capital Trust ringrazia tutti gli Agenti che sono stati ospiti dello stand per la cortese attenzione dimostrata.

Il CEO Marco M. Zoppi vuole ringraziare in particolare modo il presidente dott. Romeo Sangiorgi e il consigliere dott. Gianpaolo Castelli per la lungimiranza e la professionalità con la quale hanno gestito l’assemblea e il nostro accordo.

Desidero trattare questo argomento perché nel 2014 abbiamo concluso un importante accordo di collaborazione per la strutturazione e gestione di trust di tipo “stand by” in italiano dormienti.
L’accordo e molto prestigioso per la nostra company in quanto firmato con il più grosso broker assicurativo di Hong Kong di Prudential la Wizard,
che vanta al suo attivo più di 15.000 polizze costituite nel 2015.
Questo parere nasce direttamente dalla nostra esperienza internazionale nell’ utilizzo del trust unito alle le polizze vita.

“Stand by tust” & assicurazione vita

Lo “stand by trust” è una tipologia di trust che vede la combinazione tra il trust e l’assicurazione vita, offrendo importanti vantaggi nella pianificazione successoria a livello di ordinata gestione, protezione dei beni conferiti e ottimizzazione fiscale.
Lo “stand by trust” è una struttura non attiva (dormiente) che funge come policy holder e/o beneficiario dell’assicurazione vita.
Lo “stand by trust” verrà attivato, diventando un trust a tutti gli effetti, solo al momento in cui gli verrà corrisposto, in quanto beneficiario della polizza, il capitale dell’assicurazione che diverrà da quel momento il fondo in trust.
Continua a leggere

Il trust “dopo di noi” è un nuovo strumento giuridico atto a salvaguardare il patrimonio destinato a persone con disabilità gravi. La legge prevede diverse agevolazioni fiscali sia nel conferimento dei beni, sia nella la detrazione delle le spese sostenute per la costituzione e la gestione dello strumento, oltre, ad offrire l’opportunità di accedere al fondo di 50 ml di euro messo a disposizione dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il dispositivo

Martedì 14 giugno 2016 è stata approvata in maniera definitiva alla Camera con 312 voti a favore, 64 contrari e 26 astenuti, la legge “dopo di noi”
Il trust “dopo di noi” prevede la destinazione di beni mobiliari o immobiliari da parte di un familiare o di altri soggetti a vantaggio di uno o più beneficiari gravemente disabili, con lo scopo, attraverso l’ amministrazione di un trustee, di realizzare un programma su misura alle esigenze del disabile garantendo la migliore qualità di vita possibile.
A questo proposito l’ articolo 1 del testo cita che la norma: “è volta a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità”.

Per la prima volta una legge dello Stato individua e riconosce specifiche tutele per i disabili anche dopo il delicato momento della successione, che genera di fatto la perdita dei quei parenti che fino ad allora si erano occupati del sostegno.
La legge “dopo di noi” riconosce e individua nel trust l’istituto giuridico a cui demandare i compiti seguenti:
Continua a leggere

La fase 2 della Voluntary Disclosure sta per partire. Per gli italiani si tratta di una nuova opportunità di regolarizzazione dei capitali detenuti all’estero.

Marco Zoppi, CEO di Global capital Trust, alla luce dell’importante e proficua esperienza maturata nella gestione delle procedure di regolarizzazione della prima fase della Voluntary disclosure (prevista dalla legge 186 del 15 dicembre 2014) nonché in forza della presenza internazionale in Svizzera, Lussemburgo, Hong Kong, Bahamas e Panama, illustra i vantaggi per chi decida di affidarsi anche in questa occasione a Global Capital Trust, la Trust Company elvetica da lui fondata e diretta.

Global Capital Trust offre ai propri clienti la massima precisione e professionalità  nelle delicate procedure di gestione della nuova Voluntary Disclosure, strutturando per i propri clienti un processo di regolarizzazione che consta di tre fasi.

Continua a leggere

Qualunque bene o diritto può essere trasferito in trust, di conseguenza anche le opere d’arte possono essere annoverate tra i beni di un trust.

Comprare o vendere un’opera d’arte significa anche valutare con attenzione le norme dettate dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio che possono prevedere, in particolari situazioni, vincoli che dovranno essere espressi nell’atto di notifica.

Proteggere un’opera d’arte mediante l’utilizzo del trust significa tutelarne il valore e preservarlo da eventuali future aggressioni, ottimizzando la fiscalità.
Continua a leggere

Stand by trust

Associazione Agenti Allianz

ITForum 2016

Global Capital Trsut a IT Forum 2016

Voluntary Disclosure II

Sito Global Capital Trust

Visita il sito di Global Capital Trust

Marco Zoppi sui Social

     






Intervista sul Trust “Dopo di Noi”

Marco Zoppi intervistato sul Trust dopo di noi

Intervista Voluntary Disclosure 2

Video Intervista di Marco Zoppi sulla Voluntary Disclosure 2

Marco Zoppi intervistato sul Trust da CNBC

Marco Zoppi CEO di Global Capital Trust intervistato sul Trust da CNBC

Firma Contratto Trust con Governo di Wenzhou

Marco M. Zoppi firma un contratto di Trust con il rappresentante del Governo della città di Wenzhou

Intervista sulla crisi economica in Cina

Video Intervista di Paola Rota a Marco Zoppi sulla crisi economica cinese

Intervista Voluntary Disclosure

Video Intervista di Marco Zoppi sulla Voluntary Disclosure

Intervista Salone del Risparmio 2015

Video Intervista di Marco Zoppi al Salone del Risparmio 2015